Tag

, , ,


Fuselli01Percorrendo la stradina (poco oltre sentiero) che da Artò (Boleto) risale verso l’Alpe Farauda (indicazioni sentiero T36) sulla sinistra si incontra una vecchia cascina con una lapide.

La lapide recita:

Qui il garibaldino FUSELLI ENNIO d’anni 17 da Varallo sorpreso da vile agguato fascista ha dato in olocausto alla patria la sua balda giovinezza. Artò 13-4-1945

Ma chi era Ennio Fuselli ?

Un giovanissimo che nell’estate del 1944 operava nella zona del Cusio e del Verbano. Venne inviato da Pippo (Giuseppe Coppo) e Iso (aldo Aniasi) a Milano in missione per recuperare armi. Catturato dai fascisti, poiché colpito da una grave forma di tifo, ricoverato in ospedale.

Fuselli02Non si conosce in che modo, ma la famiglia ne venne informata, così la mamma Erminia raggiunse l’ospedale di Milano e assistette il figlio malato. Grazie ad uno stratagemma riusci ad eludere la sorveglianza fascista e a riportare il figlio a casa nascondendolo a Varallo.

Trascorso l’inverno Ennio guarì e ritornò a combattere per i suoi ideali fino alla morte soppraggiunta il 13 di aprile 1944, alla vigilia della Liberazione.

La mamma Erminia morì a 82 anni nel 1979, e volle essere sepolta tenendo tra le mani il cappello da partigiano del figlio Ennio.

Annunci