Tag

, ,


lupoLa zona del Cusio fu da sempre infestata dai lupi, tanto che negli archivi si trovano molti fascicoli intitolati Taglia de li lupi.

Il 13 luglio 1575 si decise di assegnare un premio a chiunque provasse, con tanto di testimone, di aver abbattuto un lupo.

Il testo originale del bando era il seguente:

Intendendo che li lupi ci dan gran danno et maxime a corpi humani et volendosi provvedere in ogni meglio contro tale calamità, de ordine del Consiglio de la Riviera et con la partecipatione del Castelano del l’Isola, si dà notitia a qualunque persona che amazarà un lupo o lupa, nella Riviera, consignandoli ne le mani del sig. Francesco Bianco Caneparo, gli daranno scudi quattro di oro, per cadauno lupo o lupa.

Era uso, che quale prova dell’abbattimento del lupo e conseguente pagamento del premio, venisse recisa una zampa anteriore dell’animale e venisse affissa alla colonna del Palazzotto della Comunità di Orta.

In genere i lupi venivano abbattuti con le archibugiate o con le trappole. Le località dove  erano particolarmente presenti erano la zona boscosa attorno a Cesara e i territori di Boleto e Piana dei Monti per la sponda occidentale, mentre i boschi di Coiromonte rappresentavano il territorio più popolato per la sponda orientale.

Un interessante link sui lupi si può trovare qui di seguito: http://www.centrograndicarnivori.it/

Annunci